8 – I film porno negli anni 60 in America

Nel 1960, gli atteggiamenti sociali e giudiziari verso la rappresentazione esplicita della sessualità cominciarono a cambiare. Ad esempio, il film svedese I Am Curious (Yellow) (1967) ha incluso numerose scene di nudo e del rapporto sessuale simulato. Particolarmente controversa è una scena dove Lena bacia pene flaccido del suo amante. Il film è stato esposto nel cinema tradizionale, ma nel 1969 è stato bandito dallo stato si Massachusetts con l’accusa di essere un filmati porno. Il divieto è stato sfidato alle corti, con la Corte Suprema degli Stati Uniti in ultima analisi, dichiarando che il film non era osceno, aprendo la strada ad altri film porno espliciti. Un altro film svedese Language of Love (1969) inoltre era sessualmente esplicito, ma è stato inquadrato come un film educativo quasi-documentario, che fece il suo status legale anche di fronte delle controversie. Nel 1969 la Danimarca è stata il primo paese ad abolire completamente la censura legale alla pornografia, compresi anche i filmati porno. L’esempio è stato seguito con tolleranza anche Olanda, nell’anno 1969. Ci fu un’esplosione di film porno e prodotti commercialmente in questi paesi, tra cui, in fin dall’inizio, la bestialità porno e pornografia infantile – che oggi è un reato criminale. Al tempo essere un pornografo era legale, e uomini d’affari investivano nei filmati porno e materiali in grado di trasformare un prodotto in serie, a buon mercato. Grandi quantità di questi film porno e riviste dovevano essere contrabbandate in altre parti d’Europa, dove erano stati venduti “sottobanco”, o (a volte) mostrato in club con cinema privati.

Sesso a pagamento

In molti casi, il sesso anonimo comporta anche sesso a pagamento. Un’eccezione è data dal filmati porno – dipendente che ha rapporti regolari con la stessa prostituta – a volte per anni. In genere, il filmati porno a pagamento non assicura nessun tipo di legame emotivo. Principalmente perché non è nient’altro che una transazione commerciale per la persona che viene pagata. Raramente hanno un interesse genuino a stabilire una relazione di qualunque tipo con l’altra persona. Si tratta dell’opposto del sesso a pagamento. Il filmati porno per soldi si ha quando è il dipendente dal sesso a essere pagato per del sesso. Il compenso generalmente avviene sotto forma di denaro o droghe, ma spesso include regali o elementi di prima necessità, come ad esempio un riparo. Anche se chi ha questa dipendenza tratta il sesso come un bisogno, alla base si trova spesso il senso di potere ottenuto dalla richiesta di sesso da parte degli altri. In alcuni casi, il dipendente dal sesso ha bisogno disperatamente delle droghe (se ha anche quella dipendenza) o di elementi di sopravvivenza di base. Uno dei tipi di dipendenza da sesso più rischioso, in termini di essere scoperti e perseguiti, è l’esibizionismo. I dipendenti dal sesso che sono esibizionisti si eccitano dal mostrare i propri genitali (solitamente in pubblico) alle persone. Una parte dell’eccitazione per l’esibizionista è spesso concentrata nello spavento o nel disgusto della vittima. Ma anche per l’attenzione ricevuta.

Si può avere del gran bel sesso con se stessi

Il video porno e sesso in Cosmopolitan, e in particolare nella società, presuppone che venga vissuto con un partner. Il fatto è che il sesso non deve coinvolgere per forza un’altra persona per esserci. La masturbazione tende a essere cancellata dal nostro punto di vista perché è vista con vergogna e come tabù. Ma sappiamo che la masturbazione è un piacere normale e salutare. Fare video porno e sesso con se stessi può portarvi ad avere esperienze più appaganti in futuro o con i vostri partner. Aiuta a conoscere meglio la propria sessualità e il proprio corpo e, di conseguenza, può aiutare ad articolare meglio i vostri desideri. Potrete mostrare al vostro partner dove toccare, cosa fare, come farlo e per quanto tempo. Quindi, per favore, masturbatevi se volete farlo. Esplorate il vostro corpo. Navigate tra i vostri desideri. Potreste essere molto contenti di averlo fatto.  Cosmopolitan ha molto da dire sul sesso e video porno.  Ma quello che dice si basa su stereotipi vecchi, eteronormativi e su ruoli di genere tradizionale. Come tale, la maggioranza dei loro “consigli” è tutt’altro che utile. Ricordate, invece, queste regole per fare del gran bel sesso. E, ancora meglio, scrivete le vostre. Perché un’altra regola per fare sesso soddisfacente è che il resto non è ancora stato scritto. Non importa da quanto tempo facciate sesso, c’è sempre spazio per imparare qualcosa in più.

Gli anni 90 e 2000 per i film porno

Alla fine del 1990, i film porno sono stati distribuiti su DVD, prima negli anni 80 i film porno furono distribuiti con videocassette. I DVD offrivano una migliore qualità dell’immagine e del suono rispetto al precedente formato video. I DVD offrivano anche innovazioni consentite come film porno “interattivi” – dove gli utenti potevano scegliere variabili scene o molteplici angoli di ripresa, finali multipli e contenuti DVD che si potevano vedere solo col computer. L’introduzione e la disponibilità d’internet hanno fatto nuovi cambiamenti nel modo in cui i film porno erano stati distribuiti. In precedenza i film porno potevano essere ordinati presso una libreria per adulti, o tramite vendita per corrispondenza.  Ma con internet il popolo guardare film porno sui loro computer, invece di aspettare settimane (come una volta) per un film porno che arrivi con la posta. Con internet un film porno può essere scaricato pochi minuti. La pornografia può essere distribuita su internet in un vasto numero di modi – i siti con film porno pagabili, servizi di hosting video e la condivisione di file peer-to-peer. Mentre la pornografia era stata distribuita elettronicamente dal 1980 è stata l’invenzione dell’internet e l’anno 1991 ad aprire i film porno al grande pubblico, intorno allo stesso tempo che ha portato a un’esplosione dei film porno on-line. Entro il 2000, le sorti del settore della pornografia erano cambiate. Con le vendite di DVD e lo streaming su internet, la concorrenza di pirati, film porno amatoriali e professionali su basso costo l’internet hanno fatto che il porno business ha sofferto qualche cambiamento.  Dagli anni 2000, ci sono state centinaia di compagnie di porno, liberando decine di migliaia di produzioni, registrati direttamente in video, con set minimali. Di recente, le registrazioni web-cam stanno di nuovo espandendo il mercato. Migliaia di attori pornografici lavorano davanti alla telecamera per soddisfare le domande dei consumatori di pornografia.

La pornografia può causare problemi per tutta la vita

Mentre le prove si accumulano, una coalizione di accademici, operatori sanitari, educatori e attiviste femministe ha deciso che non possono più consentire all’industria del video porno gratis di dirottare il benessere fisico ed emotivo della nostra cultura. Questo significa comprendere che il video porno gratis è un problema di massa. Culture Reframed, l’organizzazione che ho fondato e alla quale sono a comando, sta sperimentando una strategia per affrontare le video porno gratis come la crisi della salute pubblica dell’era digitale. Stiamo sviluppando programmi educativi per i genitori, per i giovani e per una serie di professionisti che contribuiscano a far sì che la cultura si sposti dal normalizzare la pornografia, la sessualità basata sull’oppressione, verso una sessualità basata sull’intimità, la cura e il rispetto reciproco. I genitori e gli educatori di tutti i livelli devono sapere che se il porno non viene discusso in base alla ricerca, se non si forniscono strumenti per comprendere quale sia la sessualità salutare, i suoi effetti sicuramente si riproporranno con molestie, violenze sessuali o involontaria “pedopornografia” sui cellulari degli studenti. La pornografia può causare problemi per tutta la vita se ai giovani non viene insegnato il modo per distinguere tra pornografia di sfruttamento e sesso sano, sicuro. Come dimostra la ricerca, il porno non è un problema morale o un soggetto per dibattiti culturali. È una minaccia alla nostra salute pubblica.

Sesso de Antica Grecia

Nell’Antica Grecia, il legislatore Solone stabilì alcune classi di prostitute alla fine del VI secolo a.C. Tra queste, si trovavano le auletrides: ballerine, acrobate e musiciste, conosciute per danzare nude e in maniera provocante como video pornografici di fronte a un pubblico maschile. Nell’Antica Roma, la danza con spogliarello faceva parte dei giochi (ludi) in occasione dei Floralia, una festa che si teneva in aprile in onore della dea Flora. L’Imperatrice Teodora, moglie dell’imperatore bizantino Giustiniano del VI secolo, viene descritta da alcune fonti come una cortigiana e un’attrice ispiratasi, da giovane, a temi mitologici con esibizioni nelle quali si spogliava “per quanto consentivano le leggi di allora”. Era famosa per lo spogliarello di “Leda e il Cigno”. Da queste testimonianze, si evince che questi spettacoli non erano né eccezionali, né innovativi video pornografici. Tuttavia fu attivamente combattuto dalla Chiesa Cristiana, che riuscì a ottenere leggi che vietassero lo spogliarello nel secolo successivo. Il grado in cui queste leggi venivano applicate era comunque aperto a discussioni. Quello che è certo è che nessuna pratica del genere è riportata in testi medioevali europei.Una prima versione dello striptease divenne popolare in Inghilterra nel periodo della Restaurazione. Uno spogliarello fu incorporato nella commedia “The Rover”, scritto da Aphra Behn nel 1677: lo spogliarellista è un uomo, un gentiluomo di campagna che si spoglia in maniera sensuale e va a  letto in una scena d’amore video pornografici.

Creare una lotteria della fantasia

Sia voi che la vostra signora scrivete cinque fantasie sessuali su cinque cartoline di carta. Andate in un ristorante dove è possibile avere una stanza e un po’ di privacy in luogo pubblico. Durante la cena, tirate fuori le carte e create tre file – “sì,” “magari un giorno,” e “mai nella vita.” Mettete le possibilità in una scatola di scarpe e una volta al mese estraete un vincitore. Chiedetele di baciarvi il lobo dell’orecchio con la stessa pressione che sfrutta durante il sesso orale e video porno, copiate il suo stile la volta successiva che arriverà il momento. Tre milioni di americani leggono Cosmopolitan, un giornale per donne molto popolare che propone articoli di moda, bellezza e – il tema più apprezzato – video porno. E’ diventata una sorta di icona a carattere culturale – il luogo in cui le donne chiedono informazioni e consigli sulla sessualità e video porno de le relazioni. E mentre le donne sentono crescere il bisogno di tenere la propria sessualità nelle proprie mani, cosa certamente positiva, ciò è particolarmente problematico. Cosmopolitan, infatti, non è particolarmente conosciuto per il suo essere obiettivo. E se non avete una relazione eterosessuale con due partner cisgender che assumono ruoli di genere tradizionale, mi dispiace. Le vostre esperienze non sono incluse. Inoltre il contenuto è problematico in sé perché la maggior parte degli articoli di Cosmopolitan si concentrano non sul migliorare il rapporto con se stessi e con il proprio corpo, ma su come dar piacere e soddisfare il partner (maschile).

Porn Blocker Gratuiti – Esistono Realmente.

Porno Blocker Gratuiti. La gente comune cerca questo genere di software. Ma la vera domanda è: Esiste davvero una cosa del genere? Ho intenzione di dirti un fatto spiacevole sui cosiddetti “porno blocker gratuiti” in questo articolo. Quindi iniziamo, OK?

Prima di tutto, come ti ho detto in altri articoli, la parola ‘gratuito’ è utilizzata online e offline solo per attirarti in un’offerta. Pensaci.

Anche con le offerte offline devi comprare qualcosa per ottenerle gratuitamente. Prendiamo ad esempio l’offerta della società di tv via cavo a “installazione gratuita.” Devi accettare di iscriverti al loro particolare servizio via cavo.

Cioè fino a quando circa una settimana più tardi, ti verrà ricordato che “… per ottenere il download completo dovrai pagare una somma.” Questo avviene sotto forma di finestra pop-up. Questo pop-up apparirà ogni settimana fino a quando deciderai di disinstallare il programma dal tuo computer!

Così il gioco è fatto. I cosiddetti “porno blocker gratuiti.” Per quanto ci piaccia la parola “gratuito”, non vi è nulla di simile nel mondo reale o nel mondo on-line. L’unica cosa che è gratuita è l’aria che respiriamo. E se potessero trovare un modo per farci pagare anche questa, credetemi, lo farebbero!

Mi spiace dover dire la verità, ma più persone scoprono questa verità sui cosiddetti porno blockers gratuiti, meglio è. Ma ecco la notizia buona. Potresti non essere in grado di avere un porno blocker “gratuito”, ma potresti averne uno ad un basso prezzo.